Un viaggio attraverso l’Asia per curare mente e corpo. [PARTE I]

L’Asia è la culla dell’equilibrio psico-fisico. Ecco quindi cinque paesi orientali in cui viaggiare per ritornare rigenerati e in pace con sé stessi e con l’universo.

Che il continente asiatico sia la culla della ricerca di equilibrio tra mente e corpo è ormai risaputo. Non esiste filosofia o religione orientale che non abbia come punto cardine della propria teoria la forte convinzione che sia questa interdipendenza tra ciò che pensiamo e come ci relazioniamo con il mondo a determinare la nostra salute.
Qui a MAISONLOOg abbiamo deciso di approfondire questo interessantissimo argomento e abbiamo intrapreso un viaggio attraverso cinque nazioni asiatiche per scoprire come riequilibrarci con l’universo.
Dalla medicina ayurvedica indiana fino al rituale del tè coreano, passando per la meditazione, il massaggio e il taoismo, ecco dunque cosa abbiamo scoperto.

L’antica medicina ayurvedica dell’India.

Prima tappa del nostro itinerario è stata l’India, madrepatria dell’ayurveda. Questa scienza è un’arte medica nata in territorio indiano ai tempi dei Veda, gli antichi libri sacri risalenti a miglia di anni prima della nascita di Cristo, che racchiudono al loro interno la sapienza degli dei e – tra i vari argomenti – trattano anche di medicina e guarigione. Il termine “ayurveda”, peraltro, significa proprio “conoscenza della vita”. Questa scienza, dunque, presenta un sistema di norme per prevenire e curare le malattie. Tali norme partono da un approccio olistico, ovvero considerare il singolo individuo come una totalità in armonia con la natura. Gli antichi indiani, infatti, erano alla ricerca delle cause, evitando di soffermarsi sul disturbo attraverso cui queste emergevano nel corpo. Nella persona, infatti, sarebbero presenti tre tipi di energie, denominate dosha, che variano da individuo a individuo e in base alla stagione. Le loro diverse proporzioni definirebbero la personalità e la fisionomia dell’uomo, e proprio dal disequilibrio tra questi dosha nascerebbero le malattie. La medicina ayurvedica ha quindi l’obiettivo di riprendere contatto con la parte più profonda di sé stessi e di riequilibrare il giusto flusso di energia attraverso i chakra. Per fare ciò si serve di diversi mezzi come la meditazione, il massaggio, l’oleazione, la sudorazione, l’alimentazione e lo yoga. Ancora oggi la medicina ayurvedica viene affiancata a quella tradizionale nella cura dei più comuni disturbi.

Rinascere in Giappone attraverso la meditazione zen.

La meditazione zen – o zazen – è una disciplina nata in India nel VI secolo a.C. grazie al Buddha Shakyamuni. Il termine “zazen”, infatti, indica proprio la tipica posizione con le gambe incrociate assunta dal Buddha. Questa tecnica si è poi spostata in Cina nel V secolo d.C., ma sarà solo nel XII secolo a esplodere in Giappone influenzandone la cultura samurai, i comportamenti sociali, i riti e le usanze. La meditazione zen prevede il rilassamento totale di mente e corpo e la riscoperta della vera natura dell’uomo. Porta quindi ad abbandonare i pensieri e a estraniarsi dalla realtà, eliminando le paure, i giudizi e le falsità. Permette di riscoprirsi senza gli schemi sociali che ci costringono a un comportamento in contrasto con il nostro vero io e, tra i molteplici benefici, ci piace sottolineare l’eliminazione dello stress e dell’ansia, vera piaga dei nostri giorni.

Un massaggio in Thailandia, per favore.

L’arte del massaggio, ancora oggi considerata sacra in molte parti dell’Asia, nasce nel V secolo a.C. in India grazie al medico Shivago Kumar Baj, considerato in Thailandia il padre della medicina. Nel corso dei secoli si è poi diffuso in tutto l’Oriente, ma sarà proprio in Thailandia a raggiungere la fama mondiale. Il famoso massaggio thai, desiderato da donne e uomini di tutto il mondo, è una combinazione tra la medicina ayurvedica indiana, lo yoga e la medicina tradizionale cinese. Una seduta prevede di distendersi a terra su un comodo materasso e lasciarsi trattare da mani esperte senza l’utilizzo di oli o unguenti. L’operatore thailandese ci sottoporrà quindi a manipolazioni di diverso tipo: pressioni, stiramenti, allungamenti e tecniche di yoga passivo. Il risultato? Il completo rilassamento del corpo. Un vero toccasana!

Viaggiare in Asia rilassa, ma è anche stancante.
Dopo esserci curati a Nuova Delhi, aver meditato a Tokyo e aver ricevuto un massaggio a Bangkok è il momento di prenderci una pausa. Se volete sapere cosa è successo negli ultimi due Paesi visitati, continuate a seguirci nei prossimi giorni: non mancheremo di raccontarvelo!
Arrivederci quindi alla prossima puntata di questo viaggio incredibile!


Contenuto creato da Maison Loo. Vietata la riproduzione senza consenso.
Chiudi

Maison Loo

Cosmetici Coreani e Skincare Routine Coreana

Chiudi

Accedi

Chiudi

Carrello (0)

Il carrello è vuoto Nessun prodotto in carrello.

Maison Loo

Cosmetici Coreani e Skincare Routine Coreana



Lingua