Il benessere made in Marrakech – Hammam: cos’è e quali benefici apporta.

Se pensate che il vero benessere possa arrivare solo dall’Estremo Oriente, vi sbagliate di grosso. A Marrakech, in fatto di cura di sé, ci sanno proprio fare: proprio da lì, infatti, arriva l’Hammam. Simile al nostro bagno turco, e nato proprio grazie ai centri termali dell’Antica Roma, questo trattamento a metà strada tra religione e estetica ha conquistato tutto il mondo. Se non sapete di cosa stiamo parlando, continuate a leggerci: ve lo spieghiamo noi.

 

Pensare al Marocco significa inevitabilmente pensare a Marrakech. Questa città imperiale situata nella parte occidentale della nazione è infatti oggi uno dei più importanti centri economici del Paese. Piena zeppa di moschee, palazzi e piccole e affollate stradine in cui perdersi, la città è diventata famosa per i suoi mercati, le sue stoffe e i suoi gioielli. Ma tornare da Marrakech, il più delle volte, significa aver provato la versione più autentica di uno dei trattamenti più rilassanti e rigeneranti: l’Hammam. È proprio a partire dal Marocco, infatti, che questo intenso percorso di ambienti a diverse temperature si è diffuso fino ad arrivare a tutto il mondo. I suoi cinque passaggi, gli incredibili benefici e la sua storia lo rendono una delle esperienze più affascinanti da vivere, ma da dove arriva? e qual è il suo significato originario?

Le origini dell’Hammam.

I complessi termali dell’Hammam hanno un’origine antichissima e prendono spunto dalle terme che, durante l’Impero Romano, affascinarono moltissimi popoli. Già a partire dal VII secolo d.C., infatti, gli Arabi trovarono in Siria gli edifici termali e, incantati dall’acqua per via della sua scarsità nei loro territori, decisero di mantenerli in uso e di costruirne di nuovi. I primi riferimenti scritti all’Hammam, invece, si trovano a partire dal X secolo, quando, nella famosissima storia Le mille e una notte, venne scritto: “Una città non è completa se non ha il suo Hammam”.

Di cosa si tratta.

A questo punto, significato religioso e trattamento di benessere si mescolarono. Era usanza, infatti, che ogni uomo mussulmano dovesse lavarsi ben cinque volte al giorno per purificare corpo e spirito, e proprio questo avveniva nell’Hammam. Inizialmente divisi tra uomini e donne (mentre oggi ne esistono di molto più moderni), i cittadini si recavano nel complesso termale per ripulire la propria anima grazie all’acqua. Ben presto, però, l’Hammam divenne un luogo di convivialità, in cui passare del piacevole tempo in compagnia approfittando del benessere generato dal percorso. Per capire meglio l’essenza dell’Hammam è sufficiente paragonarlo al nostro bagno turco in cui il calore, facendo evaporare l’acqua, crea un caldo umido capace di apportare innumerevoli vantaggi pisco-fisici.

I suoi benefici.

L’Hammam, infatti, è diventato ben presto un luogo di benessere, dove eseguire rituali estetici e terapeutici. L’alternanza di temperature e il vapore sono estremamente benefici per il rilassamento del corpo e per la salute della pelle, tanto che, durante il percorso, spesso ci si cosparge il corpo di sapone all’olio d’olivo e all’eucalipto per una pulizia più profonda del derma. Le proprietà del vapore stimolano l’eliminazione delle tossine e delle cellule morte, ma sanno anche riattivare la circolazione e apportare benefici fisici al corpo. Il percorso nell’Hammam, infatti, ha la capacità di ridurre lo stress: passando attraverso tutti i suoi passaggi il corpo si rilassa, andando a sciogliere le tensioni muscolari e le contratture, causando il rilascio di endorfine, creando sensazioni di benessere anche alla mente.

Come funziona: i 5 step

Il percorso nell’Hammam, oggi adattato e reso più moderno, prevede in linea generale ben cinque step. Il primo consiste nel passare attraverso il Tepidarium, una stanza umida con una temperatura di circa 36° per consentire al copro di prepararsi e ambientarsi e per aprire i pori della pelle. Dopodiché il corpo viene deterso e pulito nel secondo step, prima di passare al Calidarium, terzo step del percorso. Qui la temperatura sale, aggirandosi attorno ai 45°. Questo consente di aumentare la sudorazione, causando una grossa perdita di liquidi che devono essere reintegrati con tè, tisane o frutta. A questo punto si passa al quarto step: il Gommage. Si tratta di sottoporre il corpo a un trattamento capace di intensificare i benefici del percorso svolto fino a qui: la pelle viene esfoliata, si riceve una massaggio e si possono fare maschere e impacchi. Alla fine si entra nel Frigidarium, stanza con acqua attorno ai 28° per chiudere i pori e tonificare la pelle.

Be’, che dite: andiamo tutti a prenotare il volo per Marrakech?


Contenuto creato da Maison Loo. Vietata la riproduzione senza consenso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco perché ci amano

icb300-tutti-i-migliori-brand-di-cosmetici-coreani

Sul nostro sito trovi tutte le migliori marche di cosmetici coreani per la cura della tua pelle.

icb300-prodotti-cosmetici-coreani-miglior-prezzo-senza-costi-doganali

Acquista dall'Italia e dall'Europa a prezzi vantaggiosi, dimenticando tasse e dazi doganali.

icb300-prodotti-cosmetici-coreani-testati-direttamente-da-noi

Su Maison Loo abbiamo solamente prodotti che testiamo personalmente. Puoi fidarti della nostra esperienza!

icb300-trasporto-rapido-cosmetici-coreani-in-italia-europa

In Italia e in Spagna, la consegna dei prodotti avviene in 24/48h ed è gratuita oltre i 69 €.

Chiudi

Maison Loo

Cosmetici Coreani e Skincare Routine Coreana

Chiudi

Accedi

Chiudi

Carrello (0)

Il carrello è vuoto Nessun prodotto in carrello.

Maison Loo

Cosmetici Coreani e Skincare Routine Coreana

Lingua